Mi dispiace, hai perso l’affare

“Tutti i preventivi ricevuti sono stati attentamente valutati e abbiamo raggiunto una decisione. Mi dispiace informarla che in questa occasione la vostra non è stata prescelta”.                                                                        

Aghhhh!!!!…..  Questo è un brutto colpo. Tutti gli sforzi fatti nel recente passato per cercare di vincere quella commessa, sono svaniti nel nulla.

Allora cosa facciamo?

Leggi tutto “Mi dispiace, hai perso l’affare”

Sei un professionista delle vendite o… batti la strada con la Fiat Ritmo?

Nel mio precedente articolo L’UNIVERSITA’ DELLA VENDITA? NON SERVE! sottolineo l’importanza di trattare la vendita non come una accozzaglia di improvvisazioni e furberie fidandosi della sola “esperienza sul campo”, ma come una professione vera e propria anche se non “certificata” da un diploma o una laurea. I venditori che affermano presuntuosamente “L’unica vera scuola è la strada”, nascondono dietro questa affermazione la mancanza di volontà ad applicarsi, a studiare, a sperimentare e ad aggiornarsi continuamente.

Leggi tutto “Sei un professionista delle vendite o… batti la strada con la Fiat Ritmo?”

Il pericolo Cina

La repubblica popolare cinese riversa ormai da anni prodotti nel nostro continente. Questo è dovuto in parte al basso costo della manodopera, ma non solo. Scopriamo alcuni retroscena.

 

Made in PRC, accompagnato da un rassicurante logo CE, sono effigi alle quali siamo abituati da tempo, ma che nascondono pericoli molto insidiosi. Molti di voi sanno che il suddetto acronimo, che rappresenta il nostro Comunità Europea, è stato guarda caso “mutuato” dai cinesi per il loro “China Export”. Molte meno persone conoscono i retroscena che consentono a questi insidiosi competitor di praticare prezzi così bassi in tutto il mondo. La crescente immigrazione verso i centri urbani industrializzati cinesi, ha obbligato il governo centrale a creare condizioni di occupazione che non trasformassero questo fenomeno demografico in fattore di potenziale conflitto sociale. Per questo motivo si è mantenuta una bassa tecnologia produttiva, affinché il lavoro umano rimanesse il perno attorno al quale ruotava l’azienda e fosse contemporaneamente assicurato un reddito – ancorché minimo – a milioni di persone.

Leggi tutto “Il pericolo Cina”